La Torre San Marco (ex Torre Ruhland), fu fatta costruire all’inizio del Novecento dal proprietario di Villa Ruhland (ora Villa Alba), l’industriale tedesco Richard Langensiepen. Aveva la funzione di torre osservatorio ed è situata in riva al lago, proprio difronte a Villa Alba.

Nel 1925 venne acquistata da Gabriele D’Annunzio, che la trasforma dallo stile neo-gotico tedesco a un stile veneziano militare facendola diventare un prolungamento del Vittoriale, cambiandone il nome da Torre Ruhland a Torre San Marco.

La trasformazione da torre tedesca a torre veneziana fu affidata all’architetto Giancarlo Maroni, già progettista del Vittoriale.

La Torre è inoltre circondata da mura su cui svettano altre quattro torrette di avvistamento.

Nella darsena per parecchi anni fu ormeggiato il M.A.S. (acronimo di MEMENTO AUDERE SEMPER = ricordati di osare sempre), il mezzo che fu utilizzato nella celebre Beffa di Buccari. Ora si trova collocato all’interno del Vittoriale.

La Torre dal 1943 al 1945 fu inoltre luogo di incontri fra Benito Mussolini e Claretta Petacci. Mussolini conosceva la Torre per esserci stato con D’Annunzio.