La storia di Lego inizia in Danimarca, nel 1916 per opera di un falegname di Billund: Ole Kirk Kristiansens. Il nome dell’azienda viene ideato nel 1934 e deriva dall’unione di “leg godt” che in danese significa “gioca bene”.

Nome decisamente appropriato visto che Lego inizia la sua attività producendo giocattoli ed è solo nel 1949 che comincia a produrre anche i famosi mattoncini colorati. La svolta, però, arriva nel 1958 quando i mattoncini assumono la forma effettiva che tutti conosciamo e che ne caratterizzerà l’assemblaggio.

Una storia così lunga non poteva che prevedere anche modifiche del logo.

All’inizio il logo Lego veniva rappresentato come un semplice logotipo, scritto in caratteri maiuscoli. Negli anni il logo ha subito diverse variazioni ed evoluzioni fino ad arrivare a quello che conosciamo oggi: la famosa scritta bianca bordata di nero e giallo su sfondo rosso.

Negli ultimi anni l’azienda Lego non si è limitata a produrre i classici mattoncini colorati, ma ha aperto parchi a tema come Legoland e ispirato cartoni animati e videogame.

Questo dimostra sia il consenso che Lego ha acquisito nel tempo (da parte di grandi e piccini), sia la grande capacità dell’azienda di diversificare e di far parte dell’industria dell’entertaiment a 360 gradi.