Il gioco del Golf ha fatto la sua prima comparsa nella città di Loenen fan de Vecht – Paesi Bassi – nel febbraio del 1927. Da quel giorno questo sport ha subito diverse modifiche fino a diventare il gioco che oggi si pratica. Anche se le origini sono olandesi il golf spesso viene affiancato alla Scozia, infatti è proprio in questo paese che si è sviluppato ed è diventato famoso, tanto da essere sport nazionale. Il Golf oggi è diffuso in tutto il mondo e ogni anno aumentano gli appassionati e i giocatori, soprattutto negli Stati Uniti dove è uno degli sport principale.

Oggi giorno in Italia il golf è uno sport in espansione, anche se non ai livelli di altri paesi quali Scozia, Stati Uniti e Cina. Il Golf in Italia è arrivato nel XVIII secolo quando il conte d’Albany iniziò a praticare questo sport liberamente a Villa Borghese, a Roma. Successivamente vennero fondati e costruiti i primi campi e i rispettivi circoli. I primi tre Golf Club Italiani furono a Roma l’attuale Acqua Santa Golf Club, a Firenze il Golf Club dell’Ugolino e a Menaggio (sul lago di Como) è nato il Menaggio e Cadenabbia Golf Club. Nell’ultimo secolo questo sport ha preso sempre più piede nel nostro paese tanto da arrivare ad avere più di 200 campi in tutta Italia. Una curiosità è che la provincia italiana con più campi da Golf è Como. Quando questo sport ha iniziato a diffondersi è stata fondate, nel 1927 a Milano, la Federazione Italiana Golf (FIG). Oggi la sede è  Roma e rientra tra la federazioni sportive del Coni. Ogni giocatore deve tesserarsi alla federazione e ogni circolo deve affiliarsi.