Hong Kong è un mondo a parte, città cinese ma di fatto per certi versi se non proprio colonia britannica sicuramente legata a quel mondo. Grattacieli svettanti e ultramoderni come quelli di New York si alternano a mercanti di amuleti e incensi ammassati nei vicoli, spazi verdi e strade intasate di traffico, tram a due piani e grandi spazi verdi.

Hong Kong è un luogo difficile da descrivere, diverso da qualunque altra città cinese o asiatica, è un pianeta a sé stante, ma così magnetico e affascinante che è molto difficile staccarsene.

Due o tre giorni sono sufficienti per vedere le cose principali e scoprire alcuni lati di Hong Kong, ma se avete la possibilità rimaneteci di più, perché Hong Kong è soprattutto una città da vivere e non soltanto da visitare alla ricerca delle attrazioni più famose.

Hong Kong comprende quattro zone principali, Hong Kong Island, Kowloon Peninsula, Nuovi Territori e le isole periferiche, ma in due o tre giorni a Hong Kong le cose principali da vedere e da fare si concentrano sull’Isola di Hong Kong e nel quartiere di Kowloon.